La piastra per capelli, utile alleata per una pettinatura alla moda

piastra per capelli

Quando si tratta delle bellezza dei capelli, nessuna donna resta impassibile alla possibilità di presentarsi alle altre amiche con dei capelli impeccabilmente pettinati e perfetti, un risultato che se non si va dal proprio parrucchiere di fiducia, si può raggiungere solo con una bella passata di piastra per capelli.

Quando la salute della chioma dipende dalla piastra per capelli

Si può mai andare ogni settimana dal proprio parrucchiere di fiducia per avere capelli sempre impeccabili e perfetti? Per alcune donne la risposta al quesito potrebbe essere affermativa,, ma per la maggior parte delle donne impegnato tra lavoro e figli, si tratta di un desiderio che in futuro lontano forse si avvererà ma per il presente devono arrangiarsi con gli espedienti che le diverse aziende di prodotti per la cura dei capelli offrono loro.

Proprio perché ci si deve arrangiare in qualche modo coi mezzi che si hanno a disposizione, oggi per avere un’acconciatura perfetta da poter approntare da sole a casa propria è possibile ricorrere all’uso della piastra per capelli: esistono nei negozi specializzati diversi tipi di piastra per capelli per cui bisogna capire che tipo di budget si intende spendere e quanto si tiene alla salute dei propri capelli perché ci sono piastre più professionali e piastre che si possono definire da supermercato. Probabilmente prima di poter trovare la piastra per capelli che fa al proprio caso, bisognerebbe provare sia le piastre professionali che quelle più economiche e magari decidere quale delle due soddisfa le proprie aspettative.

Si tratta indubbiamente di una scelta che dipende sia dal tipo di capelli e sia dall’uso che si farà della piastra: per esempio, se si hanno capelli difficili da trattare, la scelta dovrà vertere verso una piastra ghd di buona qualità. In questo caso perché non notare prima di tutto che tipo di piastra per capelli utilizza il proprio parrucchiere? In genere, infatti, si tratta di modelli che permettono di regolare la temperatura e che sfruttano trattamenti alla keratina o agli ioni in modo da non danneggiare il fusto del capello e da riuscire a essere applicate dalla radice alle punte.

Diversamente, i modelli più economici sono essenziali: non permettono di regolare la temperatura che è unica, si riscontrano spesso problemi nel farle scorrere dalle radici alle punte, e per questo non bisogna abusarne e passarle sui capelli troppo spesso, dato che per il resto potrebbero anche andare bene se non si hanno capelli troppo crespi o troppo ricci, ma naturalmente lisci o un po’ mossi: le piastre capelli economiche infatti, permettono di arrangiare una piega veloce adatta a ogni occasione.

Tormalina, ceramica o titanio: ecco le nuove tendenze

Tra le piastre più popolari e gettonate dalle consumatrici che non vogliono rinunciare alla bellezza naturale del capello ma piuttosto contribuire a essa, è possibile scegliere tra le piastre in ceramica, quelle in tormalina e le piastre in titanio. La piastra per capelli in ceramica è una delle ultime tendenze e sembrerebbe che la ceramica operi miracoli sui capelli perché è di fatto un materiale molto delicato che riesce a distribuire in modo uniforme il calore sprigionato dalla piastra.

Oggi poi molte sono le piastre che oltre alla ceramica propongono il trattamento agli ioni, che serve principalmente per eliminare l’effetto elettrostatico che si può riscontrare dopo l’applicazione della piastra e, quindi, aiutano a rendere i capelli più ordinati. Un altro trattamento di tendenza è quello alla keratina, che tende più che altro a rinforzare il capello e a renderlo più luminoso e l’effetto finale è quello di capelli naturalmente lisci e setosi. Le piastre in tormalina e in titanio permettono di distribuire il calore il più uniformemente possibile senza pregiudicare la salute del capello.